CORONAVIRUS – Sindaco: “Numeri in crescita anche da noi: niente panico, ma grande attenzione”

“Quanto accaduto a Napoli stanotte è molto preoccupante, è evidente che l’emergenza sanitaria rischia di esplodere, anzi è già di fatto anche crisi e disagio sociale. Insofferenza ed esasperazione sono più che comprensibili, ma la violenza e la guerriglia urbana non sono mai la risposta e sono inaccettabili”. Così il sindaco di Crema sugli scontri in Campania tra manifestanti e forze dell’ordine.

“D’altro canto il contagio registra impennate ovunque, solo ieri nella nostra città abbiamo registrato 22 nuove positività, che portano a 83 i nuovi casi di questa seconda ondata (656 dall’inizio della pandemia)”, spiega Stefania Bonaldi.
Di questi 83 nostri concittadini, 10 hanno più di 70 anni, 24 hanno un’età fra i 50 e i 69 anni, 32 hanno fra i 20 ed i 50 anni e 17 sono under 20.
“Il dato che viene trasmesso a noi sindaci non ci dice quanti fra loro siano asintomatici o meno o le condizioni di gravità”, tuttavia va evidenziato. “Non dobbiamo certamente scatenare il panico, non è lo spirito di questo post, che intende semplicemente informare e invitare tutti noi a fare attenzione, a mettere in atto tutte le cautele che abbiamo imparato a conoscere e a tenere alta la guardia. Rispettiamo le regole, con serietà, responsabilità e spirito di sacrificio. Per noi e soprattutto per le persone fragili delle nostre famiglie”, la conclusione del sindaco.