Covid – Controlli mirati nel fine settimana contro gli assembramenti e interventi mirati per la serenità delle fasce più deboli

Il Prefetto dott. Vito Danilo Gagliardi lica

La Prefettura dispone una più mirata ed intensificata attività di controllo e vigilanza allo scopo di verificare che siano rispettate le misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da ‘SARS-Co-V-2’. Questa mattina, infatti, il Prefetto dott. Vito Danilo Gagliardi, in seno ad una specifica Riunione Tecnica di Coordinamento allargata alla presenza anche dei Rappresentanti dell’Amministrazione provinciale, dei Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore e dei rispettivi Corpi di Polizia Locale, ha disposto in piena sinergia con il Questore Melloni, che i controlli , soprattutto in questo fine settimana – e così anche nei prossimi giorni – siano rigorosi e più adeguati a verificare, presso gli esercizi commerciali e in tutte le aree delle comunità locali dove è noto il fenomeno della ‘movida’ , il pieno rispetto delle norme e delle misure antiCovid .

Nella circostanza, il Prefetto ha precisato che “al riguardo è stata disposta una maggiore intensificazione dei servizi di vigilanza e controllo da parte delle Forze di Polizia Territoriali con l’impiego delle Polizie provinciale e locali. In particolare si dovrà porre la massima attenzione alle zone considerate a rischio assembramenti e non tollerare più che si assumano atteggiamenti irresponsabili; ciò nell’interesse di tutti”.

Nella stessa giornata odierna il Prefetto ha proceduto all’approvazione dei singoli, rispettivi progetti per l’installazione dei sistemi di videosorveglianza dei Comuni di Casalmaggiore, Castelverde, Corte De’ Frati, Ostiano, Pandino, Pozzaglio ed Uniti e Spino D’adda, enti locali che lo scorso 9 ottobre avevano sottoscritto, proprio con la Prefettura, il Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana.Nella medesima giornata, nel corso della seduta del C.P.O.S.P. (comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica), il Prefetto Gagliardi ha informato che , nel corso della prossima settimana, sono in programma singoli incontri mirati con i sindaci rispettivamente dei Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore e con le associazioni e cooperative che operano nel settore del volontariato con particolare attenzione a quelle che, nelle aree del cremonese, del cremasco e del casalasco sono “più vicine alle fasce deboli della popolazione, per garantire una maggiore tranquillità alle persone più fragili e sole che maggiormente sono preoccupate ed in allarme per l’emergenza epidemiologica in atto”.