CAPERGNANICA – Si inaugura il nuovo Polo dell’Infanzia 0-6 anni

L'ingresso del nuovo Polo dell'Infanzia a Capergnanica

È un evento importante, che rimarrà nella storia, quello che si vivrà nel pomeriggio di sabato 17 ottobre a Capergnanica: in programma c’è l’inaugurazione del nuovo Polo dell’Infanzia 0-6 anni, innovativa e importante struttura statale fortemente voluta dall’amministrazione comunale e inserita nell’Istituto Comprensivo Crema 2.
Aperto e funzionante con l’avvio, il 7 settembre scorso, dell’anno scolastico 2020-2021, il Polo sta rispondendo pienamente alle aspettative degli amministratori, dei responsabili della scuola e, soprattutto, delle famiglie che qui trovano risposte adeguate per i propri figli – in totale una sessantina – che frequentano il Nido e le classi della Materna.

Il programma dell’inaugurazione prevede alle ore 15.30 il ritrovo della cittadinanza e delle autorità presso l’arena estiva nel cortile di Palazzo Robati, in via XI Febbraio 7. Ad aprire la cerimonia sarà un videomessaggio di saluto da parte del ministro dell’Istruzione, onorevole Lucia Azzolina. Attorno alle ore 16 i discorsi istituzionali delle autorità. A seguire, la consegna di un riconoscimento all’Associazione Marcotti Osvaldo Onlus per il generoso contributo dato alla scuola primaria Angelo Morsenti di Capergnanica. Quindi, alle 16.30 circa, il taglio del nastro e la visita guidata al Polo dell’Infanzia, conclusa da un brindisi augurale. Infine, un momento per i bambini a cura di Teatroallosso e l’intrattenimento musicale con l’associazione culturale Arcangelo Corelli. Il tutto avverrà nel rispetto delle normative antiCovid.

I lavori del Polo dell’Infanzia, avviati a novembre 2019, sono terminati con l’avvio dell’annata scolastica in corso. I bambini e il personale hanno trovato una scuola bellissima: ambienti moderni e di alta concezione, nel contesto di un edificio a consumo energetico quasi pari allo zero e innovativo dal punto di vista degli spazi didattici e delle dotazioni tecnologiche, con impianti all’avanguardia per il ricambio d’aria e il sistema d’allarme. Pareti mobili e arredi facilmente movibili consentono di comporre e scomporre gli spazi secondo le necessità didattiche, creando momenti di compresenza tra le due realtà e sperimentando, di fatto, un nuovo sistema integrato statale di educazione 0-6 anni. Il primo in Italia, con tanto di autorizzazione da parte del Ministero. All’esterno dell’edificio sono stati realizzati un grande spazio verde coltivato e piantumato e un anfiteatro a gradoni per particolari attività. Nel giardino ci sono poi aree attrezzate per il gioco, un’aula all’aperto, orti didattici e due pareti di verde verticale con diverse essenze per interventi formativi ed esperienze all’aria aperta.

Il Polo dell’Infanzia è costato un milione e cinquecentomila euro, coperti all’80% dal Ministero e al 20% dal Comune.