CORONAVIRUS – Modifiche all’isolamento domiciliare e mascherine obbligatorie in passeggiata. I chiarimenti

Il Comitato Tecnico Scientifico si è riunito l’11 ottobre per analizzare la ridefinizione della quarantena e dell’isolamento fiduciario. In coerenza con le linee guida internazionali si è giunti all’esigenza di aggiornare il percorso diagnostico per l’identificazione dei casi positivi così come la tempestiva restituzione al contesto sociale dei soggetti diagnosticamente guariti. Modificati anche i criteri dell’isolamento fiduciario dei contatti stretti dei casi confermati positivi al virus SARS-CoV-2.

In sintesi

Casi positivi asintomatici

  • Diagnosi: confermata da test molecolare positivo.
  • Isolamento: 10 giorni + tampone molecolare unico a fine quarantena.

Casi positivi con sintomi

  • Diagnosi: confermata da test molecolare positivo.
  • Isolamento: almeno 10 giorni (dei quali obbligatoriamente gli ultimi 3 in completa assenza di sintomi) + tampone molecolare unico a fine quarantena.

Casi positivi asintomatici che non si negativizzano dopo 21 giorni

  • Diagnosi: confermata da test molecolare positivo.
  • Isolamento: almeno 21 giorni, con riscontro di positività al test molecolare effettuato al 10° e 17° giorno (nei casi asintomatici l’isolamento si interrompe comunque al 21° giorno in quanto le evidenze disponibili non documentano alcun caso di presenza di virus competente per la replicazione).

Contatti stretti

  • Isolamento fiduciario: 10 giorni + tampone antigenico rapido o molecolare.

Mascherine sempre obbligatorie per passeggiare

Vista la confusione ingenerata da taluni, il Ministero dell’Interno ha ritenuto chiarire alcuni aspetti dovuto all’introduzione del decreto legge 7 ottobre 2020, n.125, inviando ai prefetti una circolare del capo di Gabinetto. Attività sportiva diversa dall’attività motoria: sulla disposizione che introduce l’obbligo dell’uso all’aperto di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, la circolare precisa che, tra i soggetti esentati, rientrano solo coloro che stiano svolgendo l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione. In pratica, se state facendo una corsa non dovere mettere la mascherina, ma se state solo passeggiando sì. Si ribadisce, inoltre, che le Regioni potranno adottare solo più restrittive di quelle stabilite a livello nazionale; misure di carattere ampliativo dovranno essere concordate con il Governo e con i Ministeri. La circolare puntualizza la possibilità di impegare, fino al 31 dicembre, i militari impiegati nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”, ai fini del contenimento del Covid-19. Sono sospese tutte le attività di ballo, all’aperto e al chiuso, così come previsto dal Ministero della Salute; l’offerta di tali attività da parte di esercenti (ristoranti, bar, pub, ecc.) è interdetta.