Pandino – Scariche elettriche dal collare del cane, cacciatore deferito

Pattuglia 'velomontata' dei Carabinieri del Nucleo Forestale

Un collare che emetteva scariche elettriche per controllare il proprio fedele amico durante le battute di caccia. Questo utilizzava un 30enne di Pandino denunciato alla Procura di Cremona dai Carabinieri della Forestale che, in apertura della stagione di caccia, si trovano impegnati impegnata in attività di controllo e repressione di reati/illeciti amministrativi come da specifiche normative che attività venatoria. Gli accertamenti, in più occasioni, sono stati effettuati congiuntamente alle Stazioni Territoriali Compagnia di Crema e personale Polizia Provinciale di Cremona. Ed è proprio da uno di questi, svolto in collaborazione con i militari dell’Arma della stazione di Castelleone, che è scattato il deferimento. A seguito del rinvenimento e del recupero in strada di cani da caccia allontanatisi dal proprietario, è stato denunciato un giovane pandinese in quanto, uno degli animali, calzava un collare atto ad emettere scosse elettriche, il cui utilizzo, essendo causa di sofferenza per l‘animale, è vietato. A comprovare effettiva funzionalità ad emettere scosse elettriche radiocomandate, oltre alla mancanza di capsule gommate sugli elettrodi, il led attivo e i test effettuati da Ats Valpadana. Collare sequestrato e cacciatore deferito.