POLIZIA DI STATO – Festeggiato in anticipo il patrono San Michele Arcangelo

Festa del santo patrono della Polizia di Stato – San Michele Arcangelo – festeggiato in anticipo di due giorni, domenica scorsa, con una piccola cerimonia privata davanti alla lapide del cimitero “Maggiore”. Nell’occasione è stato reso omaggio ai Caduti della Polizia di Stato con la deposizione di una corona d’alloro alla presenza del dirigente del Commissariato di Crema, il vicequestore Bruno Pagani, del presidente della sezione Anps cittadina, cavalier Mario Scarpazza, e di diversi agenti del Commissariato e della Polizia Stradale di Via Macallè. Le vigenti disposizioni anti-Covid hanno impedito di invitare altri ospiti. 

La cerimonia è stata breve, ma molto significativa. A seguire i partecipanti si sono tresferiti presso la chiesa parrocchiale di Pianengo per la santa Merssa celebrata da don Angelo Pedrini, in suffragio di tutti i Caduti della Polizia di Stato, dei defunti delle Polstrada e del personale del Commissariato di Crema. Con il pranzo sociale tenutosi in un ristorante del Cremasco si è conclusa la giornata. Martedì una rappresentanza Anps di Crema ha poi presenziato in Questura a Cremona e, a seguire, nella chiesa di San Michele, alla cerimomia con le autorità provinciali. La Messa è stata officiata da monsignor Antonio Napolioni, vescovo di Cremona.