Bagnolo Cremasco – Piedibus ancora al palo, servono volontari

Il municipio di Bangolo Cremasco

“AAA cercasi volontari Piedibus” è l’accorata richiesta che, come l’anno scorso, il Comune di Bagnolo Cremasco rivolge ai suoi abitanti per riattivare il servizio di mobilità scolastica sostenibile, a costo zero per le famiglie e di elevata valenza educativa.
Realtà già avviata in molti paesi del mondo, diffusa anche in Italia e nella nostra provincia, il Piedibus a Bagnolo è stato attivo per alcuni anni, salvo interrompersi nel 2019 per mancanza di volontari. Una situazione che, anche quest’anno, rischia di ripetersi, anche se l’assessore alle Politiche Sociali, Monica Armanni, non demorde e auspica la sua ripresa: “Il servizio, da programma, avrebbe dovuto essere avviato con il tempo regolare della scuola, da lunedì 28 settembre, ma a oggi non abbiamo ancora accompagnatori. Sono propensa, comunque, a far partire il Piedibus in qualsiasi momento dell’anno, non appena raggiunto il numero necessario di accompagnatori: 2 o 3 per linea, in base al numero dei bambini coinvolti. L’ideale sarebbe trovare persone in pensione o chi ha un lavoro che gli consente di dedicare tempo alla comunità. Renderebbero un grandissimo servizio, a maggior ragione quest’anno, viste le indicazioni da seguire”.
Il Piedibus, come una sorta di bus di linea umano, a Bagnolo seguirebbe tre linee, a copertura di tutto il paese: la centrale linea blu, la rossa con partenza da via Verga e la verde in zona Borgogna. Gli orari seguirebbero quelli scolastici, dal lunedì al venerdì.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola