Soresina – Furti e danneggiamenti auto, preso il ladro seriale

La refurtiva rinvenuta a Soresina a casa del 26enne marocchino arrestato dai Carabinieri

I soresinesi potranno tornare a dormire sonni tranquilli. I Carabinieri hanno infatti assicurato alla Giustizia all’alba di oggi, martedì 22 settembre, l’autore di una serie di furti a danno di autovetture parcheggiate nelle vie della città. Raid perpetrati spaccando i finestrini delle auto. Oltre 40, in due mesi, sono state le denunce di automobilisti che al loro risveglio si sono ritrovati l’amara sorpresa. Non solo furti a danno di auto ma anche all’interno di abitazioni e cantine. L’autore, identificato nei giorni scorsi in un 26enne marocchino residente a Soresina, è stato tratto in arresto questa mattina alle 5 quando i militari dell’Arma hanno bussato alla sua porta.

“Quando stamattina i Carabinieri si sono presentati per dare esecuzione a un decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Cremona sulla base degli elementi raccolti dagli investigatori di Cremona che da tempo erano già sulle sue tracce – spiegano dal Comando Provinciale – il 26enne si è chiuso dentro tanto che i militari per entrare hanno dovuto forzare la porta e andare stanza per stanza fino a quando non l’hanno trovato nascosto all’interno di un armadio in compagnia del suo cane”.

Nel corso della perquisizione i Carabinieri sono riusciti ad accertare che il giovane era da poco rientrato dopo aver commesso altri furti su auto parcheggiate nel centro di Soresina. Per questo motivo si era nascosto. I militari hanno così potuto recuperare tutta la refurtiva della notte e parte di quella risultata essere provento di altri raid consumati in precedenza. In particolare i Cc hanno rinvenuto: pc portatili, cellulari, ipad, utensili da lavoro, biciclette, orologi, abbigliamento e attrezzature per sport, contanti e occhiali da sole.

Lo straniero è stato trattenuto negli uffici della Compagnia di Cremona in attesa della direttissima.