Crema – Adescamento di minore, 30enne marocchino nei guai

Avvicina una 12enne e cerca di adescarla. È quanto si sarebbe verificato alcuni giorni or sono nel centro di Crema dove un 30enne marocchino residente a Castelleone, in regola con il permesso di soggiorno, avrebbe avvicinato la ragazzina mentre la stessa si trovava in compagnia di coetanei. “Attraverso un approccio verbale – spiega il vicequestore Bruno Pagani – lo straniero cercava con lusinghe di carpire la fiducia della ragazzina per aver un rapporto sessuale. La minore si allontanava con i suoi amici ma veniva con insistenza seguita dall’uomo pertanto allarmata contattava il 112 NUE”.

Una volante del Commissariato si è subito portata sul posto e sentita la minore, ancora impaurita, e raccolte le sommarie descrizioni del molestatore gli agenti si sono messi alla caccia dell’uomo intercettato poco distante dal teatro dell’episodio. Nel frattempo la ragazzina veniva affidata alla madre.

“L’attività d’indagine – conclude Pagani – ha permesso di acquisire solidi elementi di reità nei confronti dell’extracomunitario che è stato indagato in stato di libertà per il reato di ‘Adescamento di minore’, segnalato alla Prefettura ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90 e allontanato dal territorio cremasco con provvedimento di Foglio di Via obbligatorio.