OMICIDIO SABRINA – Scanner satellitari e nuove indagini sulle ossa trovate sull’auto

Novità sul caso di Sabrina. L’aggiornamento odierno è che la procura di Cremona sta valutando l’eventuale acquisizione delle immagini satellitari per cercare tracce del cadavere della 39enne cremasca. L’opportunità di utilizzare questa tecnica a “scansione geografica” del territorio, con fotogrammi scattati dal satellite, è stata proposta durante il vertice in Procura e potrebbe essere presto impiegata. Non è secondario, inoltre, che da una una prima analisi da parte del medico legale incaricato dalla difesa di Alessandro Pasini – l’avvocato Paolo Sperolini – emergerebbe come tra i resti di ossa rinvenute nell’auto bruciata di Sabrina uno potrebbe essere attribuibile al genere umano. Si tratta, in ogni caso, di una valutazione solo preliminare, dunque da verificare. Approfondimenti ora che la Procura è stata avvisata, verranno effettuati in laboratorio.