CASO SABRINA BECCALLI – Prosegue incessante la ricerca del corpo, immersioni a Salvirola

Giornata di nuovi rilievi oggi nel Cremasco alla ricerca del corpo di Sabrina Beccalli. In mattinata – e le operazioni sono ancora in corso – gli agenti del Centro Carabinieri Subacquei di Genova, accompagnati dagli inquirenti e dai Cc di Crema, hanno scandagliato le acque di alcune rogge del circondario, compresi alcuni tratti del canale Vacchelli. Sul posto, per l’assistenza, anche una pattuglia della Polizia Locale di Offanengo. Dopo le immersioni a Ripalta Vecchia, lungo la strada del Marzale, abbiamo assistito a un summit dei militari presso Vergonzana, nella campagna retrostante la “Ciminiera”. Pochi minuti, poi il gruppo investigativo ha deciso di spostare le ricerche dove una settimana fa era stato rinvenuto un paio di scarpe. Ovvero le chiuse del ripartitore del “Bacchelli” a Silvirola, nella zona dietro al campo sportivo locale. Un sommozzatore ha ispezionato in lungo e in largo l’area, coaudiuvato da un collega con un drone. Poco dopo le indagini sono proseguite dietro alle chiuse, ma con la strada bloccata anche ai cronisti. Sul posto, infatti, erano sopraggiunti alcuni residenti. “Conosco Sabrina, la penso ogni volta che passo di qui. Speriamo risolvano presto la vicenda”, ci ha confidato un ragazzo di passaggio a piedi. 

 

 

Ricordiamo che analisi tecniche e scientifiche per trovare nuovi indizi per giungere alla soluzione del caso e capire cosa sia successo nelle ultime ore di vita della donna avevano interessato, nelle ultime 48 ore, le abitazioni dei protagonisti della vicenda. A Crema gli agenti del Centro Carabinieri Subacquei di Genova sono stati attivi anche ieri per verificare corsi d’acqua e rogge della campagna cremasca tra San Bernardino e Castelnuovo. Diversi gli elementi già nelle mai dell’autorità, ma questi nuovi rilievi potrebbero portare ulteriori conferme e prove per risolvere l’enigma. Questa mattina s’è  tenuto anche un nuovo vertice in Procura per fare il punto sulla sparizione della 39enne cremasca. Nei nuovi sopralluoghi nelle abitazioni della vittima e dell’indagato sarebbero state trovate tracce di sangue.