PROVINCIA CREMONA – Signoroni: “Commissariamento non aiuta. Serve una rapida soluzione”

La Camera di Commercio di Cremona è una risorsa per tutto il territorio: lo dimostrano i dati, i tanti progetti e le iniziative portati avanti insieme a Istituzioni e imprese. Non solo: la forte internazionalizzazione intrapresa in diverse iniziative, ne ha consolidato, inoltre, il carattere dinamico, divenendo sempre più eccellenza come modello camerale. Ora il commissariamento, soprattutto in questa fase di crisi economica e pandemica, certamente non migliora il quadro complessivo, considerate le tante sinergie in atto con la stessa Camera di Commercio, le necessità delle imprese, il sostegno anche finanziario fornito dalla stessa Camera in tanti contesti locali. Da tempo, come hanno fatto anche i miei predecessori, abbiamo sostenuto come Provincia la centralità della Camera di Commercio di Cremona, anche a livello territoriale, nei possibili modelli di sviluppo strategico, proprio per la sua posizione baricentrica nel sud Lombardia”. La presa di posizione è di Paolo Mirko Signoroni, presidente della Provincia di Cremona.

“Insieme ai colleghi sindaci, consiglieri regionali, parlamentari e parti economico-sociali, sto seguendo l’evolversi della questione e mi attiverò affinché questa situazione critica, che si è venuta purtroppo a creare, trovi nel più breve tempo possibile, una soluzione che veda Cremona e il suo territorio protagonisti di scelte che devono essere condivise localmente e non imposte da altri”.