CINEMA SOTTO LE STELLE – La vita di Antonio Ligabue nel film “Volevo nascondermi”

Molti ricordano lo sceneggiato televisivo degli anni Settanta Ligabue che ha fatto scoprire agli italiani la figura, e la vita – difficile e tormentata – del pittore Antonio Ligabue. Medesimo obiettivo per il film Volevo nascondermi dove Elio Germano – premiato alla Berlinale per questa interpretazione – veste i panni dell’artista in una prova d’attore eccezionale.

Spezzate tra tormento e tenerezza, orrore e speranza, le visioni che agitavano la mente di Ligabue diventano il cuore pulsante del film che, a ben guardare, non è esattamente un biopic, piuttosto la trasposizione cinematografica del linguaggio espressivo di quel pittore che pur vivendo tra manicomi e vagabondaggio, ha cambiato il corso dell’Arte del XX Secolo, approdando il cosiddetto stile Naif.

La vita dell’artista viene narrata fin dalla primissima infanzia; il film confonde i piani del racconto, come la memoria dell’uomo confonde passato e presente.

La pellicola viene proposta in anteprima oggi, domenica 16 agosto, alle ore 21 presso CremArena (biglietto 5 euro).