Vailate – Benzoni interroga sindaco e Giunta

Vailate

Non soddisfatta della risposta ricevuta, la minoranza Vailate per cambiare pagina segnala nuovamente alcuni problemi presenti in via Dei fichi, P. Nenni e Sgaria Maridati. Lo ha fatto con una nuova interpellanza, dopo che in settimana si è svolta la seduta del Consiglio comunale e soprattutto dopo quanto si è verificato in seguito al maltempo della settimana scorsa. Ben 17 i punti all’ordine del giorno, di cui 11 sono state le interrogazioni del capogruppo della lista, Antonio Benzoni.

“In una riunione tenuta dal sottoscritto e da Vailate per cambiare pagina con la cittadinanza – spiega il consigliere di minoranza – è emerso che i residenti di via P. Nenni, Dei fichi e Sgaria Maridati hanno inviato il 5 aprile una lettera all’amministrazione, denunciando quanto già da noi segnalato nei mesi precedenti. Era, infatti, il 7 febbraio quando evidenziava una serie di potenziali pericoli dovuti alla mancanza di ultimazione dei lavori. A loro, come a noi, dal Comune non sono stati in grado di fornire risposte valide e risolutive a risolvere la situazione”.
Di conseguenza Benzoni chiede al sindaco Paolo Palladini e compagni di relazionare per iscritto sullo stato di collaudo e agibilità delle vie in questione, appartenenti al Programma integrato d’intervento e sull’operato onde poter valutare la questione.
“Al primo cittadino chiedo a che punto sia la chiusura dei lavori di tale Programma e quale corrispondenza recente ci sia dei lottizzanti per ultimare gli interventi – precisa il consigliere di minoranza –. Domando anche se sia stato affidato l’incarico per il collaudo finale e quali responsabilità emergano dalle relazioni richieste all’Ufficio tecnico e alla Polizia Locale”. Da parte sua il desiderio di ricevere risposte soddisfacenti a tali domande nel prossimo Consiglio comunale.

Nel frattempo, nella seduta della scorsa settimana è stata presentata la mozione riguardante il trasferimento della sede Ats Valpadana da Mantova a Cremona, un tema che interessa tutto il Cremasco e su cui tutte le amministrazioni del territorio stanno facendo sentire la propria voce.