Delitto Pamiro – Per la famiglia l’ipotesi di omicidio non è da escludere

Il procuratore Capo di Cremona, Roberto Pellicano, alcune settimane or sono ha smontato il giallo dei Sabbioni escludendo che la morte di Mauro Pamiro, insegnante d’informatica trovato cadavere la mattina del 29 giugno in un cantiere edile nel quartiere cittadino, sia classificabile come omicidio. I familiari del musicista però sono convinti che la realtà sia diversa e che Mauro non possa essersi tolto la vita. Avrebbero così incaricato, si apprende da alcuni canali di informazione, il legale milanese Gian Luigi Tizzoni di affiancare Ilaria Dioli nella richiesta d’avvio di una indagine parallela per fare nuova luce sul caso.