Territorio e viabilità – Dalla Regione fondi per ciclabile Crema-Madignano e rotatoria sulla Bergamina

L'innesto della ciclabile monca sulla Paullese

Approvato ieri in Consiglio Regionale un Ordine del Giorno che impegna la Giunta a stanziare fondi per la realizzazione di opere pubbliche sul territorio provinciale per un valore di 4.175.000 euro. Esprime soddisfazione il consigliere regionale del Carroccio Federico Lena, che commenta: “Nel mio Ordine del Giorno, approvato dall’Aula consiliare, ho chiesto che vengano stanziati diversi fondi per la realizzazione di una serie di opere pubbliche fondamentali per il territorio Cremasco e Cremonese. Si tratta di interventi molto sentiti e richiesti dai nostri concittadini. Nello specifico, ho chiesto 2.500.000 euro per il collegamento tra la SP ex SS415 e la SP ex SS234, per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria sulle pavimentazioni nei comuni di Cremona e Sesto ed Uniti; 500.000 euro per la costruzione di una rotatoria lungo la ex SS Bergamina, nel comune di Agnadello; 600.000 per la costruzione di una rotatoria tra la SP ex SS498 e la SP84 nel Comune di Genivolta”.

“Altri fondi – spiega Lena – andranno investiti in uno studio preliminare per il collegamento ciclabile tra il comune di Madignano e quello di Crema lungo la ex SS415 Paullese (1,75 km), per un importo stimato dell’opera di euro 400.000. 715.000 euro saranno invece messi a disposizione dalla Regione per il collegamento ciclabile tra il comune di Casalmorano e quello di di Soresina lungo la SP89”.

Nel Cremasco soddisfazione viene espressa per i due interventi che riguardano due nodi delicati della circolazione stradale. Da un lato la rotatoria lungo la Bergamina in quel di Agnadello. Teatro di sinistri gravi e mortali, il crocevia con via Rivolta, era già stato oggetto di iniziativa regionale a dicembre, sempre dietro spinta del Carroccio. Tutto confermato. Dall’altro la ciclabile per Madignano lungo la Paullese entra finalmente nei piani territoriali. Si tratta principalmente del tratto in Comune di Crema, sempre posticipato a causa di precedenti accordi e di priorità date dall’amministrazione cittadina ad altri collegamenti. Soddisfazione è stata espressa dal capogruppo di Progetto Comune Piero Guardavilla che con la sua squadra si è sempre battuto perché Crema facesse la sua parte e si garantisse un collegamento sicuro lungo tutto il tracciato. Sul proprio profilo Facebook il sindaco della città Stefania Bonaldi si è assunta l’impegno a tradurre il progetto in concreto. Madignano la sua parte l’ha fatta da tempo.