TANGENZIALINA CREMA-CAPRALBA – Ok della Regione al finanziamento. Opera fondamentale

Palazzo lombardia e il consigliere regionale del Pd, Matteo Piloni

“Regione Lombardia ha accolto la mia richiesta, presentata in sede di Assestamento di Bilancio regionale, di finanziamento della “Tangenzialina di Campagnola Cremasca”, impegnando la Giunta regionale a stanziare circa 7 milioni di euro per la realizzazione di questa infrastruttura fondamentale per la logistica a servizio del polo industriale cremasco”. L’incipit è del consigliere regionale del Matteo Piloni. “Un risultato estremamente importante per lo sviluppo economico del territorio, ottenuto grazie alla perseveranza del percorso attuato negli ultimi anni con gli Enti Locali interessati e i portatori di interessi.
È un’opera importante sia per l’area produttiva di Santa Maria sia per molti Comuni che potranno vedere alleggerito il traffico che li attraversa”, spiega l’ex assessore del Comune di Crema.

“Troppe incertezze, il tempo è scaduto, bisogna agire nel concreto”. Lo sostiene Marco Degli Angeli, consigliere del M5s di Regione Lombardia, anch’egli cremasco. Una voce, la sua, che alla fine non solo è stata ascoltata, ma in definitiva è stata accolta. “Oggi – spiega Degli Angeli – il Consiglio regionale ha votato a favore l’ordine del giorno 1367 che ho sottoscritto e fortemente sostenuto: ora c’è l’impegno a stanziare 7 milioni per l’opera. Un passo importante che andrà a totale beneficio del territorio”.

La politica, secondo la visione del consigliere targato 5S, è responsabile nel fornire risposte chiare e tempi certi. Sì, perché l’annosa questione della tangenziale Nord di Crema sulla S.P. 19 tra Crema e Capralba è ancora irrisolta. A tal proposito Degli Angeli ha spiegato: “È necessario intervenire con un’opera che, nel rispetto dell’equilibrio ambientale e delle aziende agricole, riesca a rendere più accessibile l’area industriale e magari nuovo centro dell’innovazione  della città di Crema, favorendo le imprese e garantendo, allo stesso tempo, la sicurezza delle vie di comunicazione e dei cittadini. Oltretutto – specifica il consigliere – si potrebbe bypassare il centro cittadino e permettere ai mezzi provenienti dalla provincia di Bergamo di immettersi direttamente sulla ex S.S. Paullese in direzione Milano. Ne gioverebbero le decine di imprese che hanno negli anni occupato tutta la zona ex Olivetti”. Insomma, ora che c’è l’impegno a stanziare i soldi, l’augurio è quello che tutto il territorio si muova nel suo stesso interesse componendo dei tavoli di lavoro intercomunali”.