SONCINO SPORTING CLUB: “Nuotando per Manu”, ricordo di Emanuele Vetere

I partecipanti all'iniziativa in ricordo di Emanuele Vetere

Con l’iniziativa Nuotando per Manu, la grande famiglia del Soncino Sporting Club ricorda Emanuele Vetere, il 31enne di Ripalta Cremasca morto lo scorso fine settimana a Piombino a seguito di un lancio di “base jumping” andato male e per il quale sono in corso gli accertamenti da parte delle autorità competenti. Grande sportivo, Emanuele per anni si è allenato presso la piscina soncinese.

“…E così te ne sei andato lasciandoci tutti senza parole, increduli ma soprattutto tristi per aver perso un amico, uno di noi”. Atleti, allenatori, ex atleti e conoscenti, ma tutti con un unico obiettivo: ricordare e salutare Manu, per questo si sono ritrovati domenica pomeriggio per nuotare insieme presso il centro sportivo di Soncino. Dopo il tam tam di messaggi con l’allenatore Eric Ghidoni che venerdì ha dovuto confermare la triste verità, sabato si è deciso di ricordare l’atleta – ma soprattutto l’amico – nuotando tutti insieme  in quella piscina che ha visto Emanuele crescere e formarsi come atleta e dove tornava sempre quando era a casa. 

Il pensiero che Manu sia morto facendo quello che amava di più ci ha lasciato ancora più increduli – dice l’allenatore –. Pensi con quanta tenacia ha seguito questo sogno e lo ha costruito mattone dopo mattone, affrontando molteplici difficoltà e superandole con grinta e coraggio. Il ricordo di Manu è vivo in tutti noi e la grande partecipazione alla nuotata di domenica lo ha dimostrato.” Atleti che da anni non nuotavano e non si vedevano hanno voluto tornare e essere presenti in suo onore, ciò a dimostrare e confermare che il Soncino Sporting Club è una grande famiglia di cui tutti sono orgogliosi di farne parte. 

“Ciao Manu… Il vuoto non è meno vuoto, ma non è buio se c’è la luce del tuo ricordo”. 

Soncino Sporting Club