Il mondo della cultura piange per la scomparsa di Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fai

Fondatrice e presidente onorario Fai

Il mondo della cultura piange per la scomparsa della fondatrice del Fai, Giulia Maria Crespi, classe 1923.
“Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Giulia Maria Crespi, fondatrice e presidente onorario del Fai, donna colta e sensibile, imprenditrice lombarda che ha dedicato la propria vita alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale”. Così il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, ricordano questa straordinaria figura del panorama culturale italiano.
“Prima con Italia Nostra e poi con il Fai – aggiunge Galli – si è impegnata con grande passione e sensibilità nella riscoperta, nella valorizzazione e nella tutela di migliaia di meravigliosi luoghi della cultura. Numerosi, infatti, ville, parchi, biblioteche, teatri, monumenti, borghi, che ha reso accessibili ai cittadini”.
“Grazie a Giulia – conclude l’assessore – per tutto quello che ha fatto per la valorizzazione del grande patrimonio culturale della nostra Lombardia”.