Crema – Accoltellamento in via Martini, preso il responsabile

Tentato omicidio aggravato, di questo dovrà rispondere un 47enne residente in città che ieri sera è stato sottoposto a Fermo dagli agenti del Commissariato di Polizia cittadino in esecuzione del provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona. Il Cremasco sarebbe il responsabile del ferimento con arma da taglio di un 45enne avvenuto mercoledì sera in via Martini, nel quartiere di San Bernardino, a Crema.

“La vicenda trae appunto origini – spiega il vicequestore Bruno Pagani – dall’accoltellamento avvenuto la sera del 15 luglio in via Enrico Martini dove un uomo, dopo aver ricevuto un fendente con arma da taglio da altra persona, aveva raggiunto un locale pubblico della zona per chiedere soccorso”. Mentre il ferito veniva trasporta in ospedale dove gli veniva riscontrata una lesione da arma bianca alla parete addominale, prognosi di guarigione 25 giorni, i poliziotti, avviavano le indagini ricostruendo i fatti e il movente e individuando l’autore dell’aggressione “un cremasco con numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio e la persona. 45enne che risultava essere già sottoposto alla misura dell’affidamento terapeutico, con determinate prescrizioni tra le quali quelle di non uscire dopo un certo orario dall’abitazione e non frequentare pregiudicati”. Rintracciato a casa di amici, l’indagato condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.