Tennis A1 : grandissima impresa del Tc Crema a Vicenza

Di nuovo senza i suoi due giocatori più forti (Paolo Lorenzi e Adrian Ungur), opposto a una squadra che schierava quel Cecchinato che soltanto due anni fa era numero 16 al mondo, il Tc Crema ha compiuto il miracolo sportivo di andare a vincere sui campi del Tennis Comunali Vicenza. Definirla sorpresa sarebbe perfino riduttivo, perché la vittoria dei ragazzi di Armando Zanotti è stata eccezionale. Senza Lorenzi e Ungur e contro un avversario che ha schierato due big del tennis italiano come Marco Cecchinato e Thomas Fabbiano, il cammino dei ragazzi cremaschi pareva decisamente in salita, tanto che un pareggio sarebbe già stato più che soddisfacente. Invece il team del circolo cittadino di via Del Fante ha fatto molto di più, strappando al fotofinish uno splendido successo per 4-2 che, a una sola giornata dal termine, li lancia in testa alla classifica del girone 3 a pari punti con i liguri del Tc Genova 1893 (a loro volta a segno per 4-2 contro il Tc Sinalunga). Il capolavoro è stato confezionato nella seconda parte della giornata, dopo che i primi tre singolari avevano rispettato esattamente i pronostici: Crema a segno col giovane del vivaio Samuel Vincent Ruggeri (comodo 6-2 6-0 a Gabriele Bosio) ma Vicenza in vantaggio per 2-1 grazie ai suoi assi Fabbiano (6-3 6-4 a Sinicropi) e Cecchinato, passato con un doppio 6-2 su Andrey Golubev. A quel punto è stato bravissimo l’altro giovane Lorenzo Bresciani, che contro Giovanni Peruffo ha raddrizzato un match iniziato male, ribaltando il 6-1 del primo set e andando a vincere due tie-break (1-6 7-6 10/7 il punteggio finale) che hanno tenuto vive le speranze del Tc Crema. Nemmeno nelle più rosee aspettative, i ragazzi del presidente Stefano Agostino avrebbero pensato di tornare coi tre punti e invece il campo ha consegnato a Crema un successo preziosissimo. La coppia Bresciani-Sinicropi ha firmato il punto del sorpasso spuntandola per 6-4 6-3 su Bosio e Peruffo, mentre nel campo accanto maturava lentamente l’impresa di Golubev e Vincent Ruggeri, opposti a Cecchinato-Fabbiano. I due cremaschi hanno iniziato ad assaporare l’impresa quando, dopo aver vinto il primo set, sono volati avanti di un break nel secondo (6-4 e 2-0), ma in quel momento è arrivata la risposta dei rivali, che con quattro game di fila hanno ripreso in mano il parziale, pareggiando poi i conti. Nel long tie-break finale, i veneti sono scappati subito sul 3-0 e poi sul 4-1, con due servizi a disposizione, ma Golubev e Vincent Ruggeri sono rimasti appiccicati punto dopo punto, fino a ritrovare la parità sul 6-6. E da quel momento hanno completato il miracolo, vincendo 4 degli ultimi 5 punti e chiudendo con il punteggio di 4-6 6-4 10/7. “È stata una delle vittorie più belle e inaspettate nella storia recente della nostra serie A1 – ha commentato capitan Zanotti – ottenuta da una squadra davvero fantastica. A questo risultato non avrebbe creduto nessuno, ma nei doppi l’affiatamento dei ragazzi e l’abitudine a giocare insieme hanno fatto la differenza. Siamo davvero felicissimi e guardiamo con fiducia all’ultimo match del girone”. In programma domenica mattina alle 10 al Ct Sinalunga (Siena), col sogno di agguantare addirittura le semifinali scudetto. Ma basterebbe anche un pareggio per restare in A1.