Pianengo – Scuola, come sarà? Lo spiega il sindaco Barbaglio

pianengo

Prima i genitori dei piccini che frequenteranno la scuola dell’infanzia; a distanza di 24 ore toccherà a mamme e papà i cui figlioli sono iscritti alla primaria per il 2020-21. L’amministrazione comunale di Pianengo ha organizzato due incontri, martedì e mercoledì della settimana entrante, con inizio alle 21, presso l’anfiteatro del centro diurno, dove, nel massimo rispetto del distanziamento sociale, ci sarà spazio per tutti. “Sono molteplici le novità a partire da settembre, che investiranno la realtà scolastica, della quale i nostri ragazzi sono protagonisti e per questo – spiega il sindaco Roberto Barbaglio –, riteniamo doveroso organizzare un incontro per illustrare come sarà il nuovo anno e quali saranno i principali cambiamenti per i nostri plessi in seguito alle recenti linee guida emanate dal Ministero Pubblica Istruzione e alle decisioni assunte nell’incontro di martedì scorso dai sindaci dei Comuni facenti parte dell’Istituto comprensivo di Sergnano (Pianengo, Casale, Castelgabbiano, Camisano, Capralba e Sergnano), d’intesa con la dirigente scolastica”.
Le questioni da affrontare per le amministrazioni locali sono legate agli spazi, ai servizi trasporto e mensa, mentre per gli organici del personale docente e non insegnante ci deve pensare il Ministero. “Il trasporto, stante le norme da rispettare non può essere istituito per i bambini che frequentano scuola materna e primaria. Si sta cercando di trovare una soluzione, invece, solo per gli allievi delle medie. Per le aule e altri spazi legati alla didattica non abbiamo alcun problema potendo sfruttare appieno anche il pianterreno delle ex elementari. Non è improbabile che i piccini iscritti all’ultimo anno di asilo trovino ospitalità nell’edificio della nuova scuola primaria, sempre per rispondere alle norme ministeriali”.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola