HOTEL DEL GOLFO – Non c’è pace per l’ex colonia di Finalpia

finalpia

Non c’è pace per l’ex colonia climatica cremasca, oggi Hotel del Golfo, chiuso da tempo dopo che la gestione era stata allontanata perché “morosa” con la proprietà.

La stampa nazionale oggi riporta la notizia della presenza della ‘ndrangheta nella struttura di Finale Ligure. In manette sono finite quattro persone. Avrebbero anche cercato di ottenere soldi destinati a un progetto internazionale in Africa e chiesto interessi “da usura” a un imprenditore in difficoltà. L’ordinanza d’arresto è del gip di Milano Guido Salvini. Queste le accuse: estorsione aggravata dal metodo mafioso e usura. Tra gli arrestati – come confermano le testate nazionali – ci sarebbe anche A.P., 52 anni e figlio di Domenico, boss del clan della ‘ndrangheta di Desio (Monza). Egli sarebbe diventato il “proprietario” dell’Hotel del Golfo nel 2018. Arrestati anche O.P., E.M. S. e F.K. Nell’inchiesta si parla di metodo mafioso, estorsione e minacce per aver il controllo della società, senza contratto preliminare di vendita delle quote.

Abbiamo chiesto un commento al consigliere di Forza Italia Simone Beretta: “Commenterò a tempo debito, nel frattempo credo che toccherà a qualcun altro fare qualche valutazione in più”.