Crema – Controlli di Polizia, denunce per danneggiamento e ricettazione

La presenza delle Forze dell’Ordine a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica si sente. Nell’incessante attività di prevenzione, volta a contrastare furti, scippi e spaccio di droga, classificati come i reati più diffusi, la Polizia negli ultimi giorni ha allestito 12 posti di controllo su strada, identificato 185 persone, controllato 88 veicoli e 5 esercizi pubblici e tenuta monitorata la misura degli arresti domiciliari a carico di 22 soggetti. Un lavoro importante che ha portato, tra l’altro, alla denuncia a piede libero di un tunisino di anni 30, in Italia senza fissa dimora, intercettato presso la stazione ferroviaria e “trovato in possesso – spiega il vicequestore Bruno Pagani – di uno zaino contenente un portafoglio, un cellulare ed effetti personali che da accertamenti successivi sono risultati provento di un furto consumatosi la sera prima in un bar di piazza Duomo a danno di un dipendente e del titolare dello stesso pubblico esercizio. Lo straniero è stato indagato per il reato di ricettazione e affidato all’Ufficio Immigrazione della Questura di Cremona per l’adozione del provvedimento di espulsione mentre il ‘bottino’ è stato restituito ai proprietari”.

Ma non è tutto. Nell’ambito dei medesimi controlli un cileno 25enne residente a Crema è stato deferito per il danneggiamento di un’autovettura parcheggiata sulla pubblica via. “La vicenda ha avuto origine dalla denuncia presentata dalla proprietaria del mezzo che ha riferito di aver rinvenuto il veicolo con vistosi graffi sulla carrozzeria prodotti con un arnese a punta. La visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza di una ditta vicina al luogo teatro dei fatti ha permesso di ricostruire gli accadimenti e individuare il responsabile”.

L’intensificazione dei controlli ha creato guai anche a due romeni trovati, nei pressi di un locale del centro città, in evidente stato di ebbrezza dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche. “I due sono stati segnalati alla Prefettura di Cremona ai sensi dell’art.688 c.p.”.