Camisano – Soccorrono un cane denutrito e scoprono un deposito di rifiuti speciali e pericolosi

Effettuano un sopralluogo per verificare le condizioni in cui era accudito un cane e scoprono un deposito di rifiuti speciali e pericolosi. Autori del rinvenimento i Carabinieri Forestali di Cremona e i colleghi della stazione di Camisano che hanno formalizzato la denuncia a carico di un egiziano 66enne residente nel Bresciano.

I fatti. Nei giorni scorsi i militari hanno effettuato un controllo in un complesso di fabbricati di un’area artigianale cremasca “per una segnalata presenza di un cane domestico detenuto in condizioni etologicamente incompatibili” spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma. Tutto vero tanto che il cane è stato portato in una struttura veterinaria/sanitaria che acclarava denutrizione e presenza di parassiti.

Nel corso dei controlli i Cc hanno rilevato però anche “un’estesa area cortilizia adibita a stoccaggio veicoli (targati e radiati), un deposito rifiuti raee all’interno di un capannone e vari punti di deposito rifiuti speciali e pericolosi di veicoli, prevalentemente autocarri abbandonati e parzialmente demoliti oltre ad altri tipi di veicoli. I Carabinieri identificavano sul posto e contestualmente deferivano all’Autorità Giudiziaria, un 66enne di origini egiziane, residente a Gambara (BS), pregiudicato e con diversi pregiudizi di Polizia inerenti le normative del settore ambientale”.

I successivi accertamenti hanno permesso agli inquirenti di appurare che lo straniero, in assenza di S.c.i.a., ha dichiarato di esercitare l’attività di commercio di veicoli, nell’area interessata dai controlli di proprietà della coniuge. Area sottoposta a sequestro amministrativo cautelare.