CASE DELL’ACQUA – Tra oggi e domani riaprono quelle cittadine

Padania Acque, a seguito del nulla osta dell’Ats Val Padana, ha comunicato che già da questa sera o massimo domani mattina le Case dell’Acqua di Crema torneranno a erogare acqua fresca ai cittadini.

Chiuse durante l’emergenza sanitaria, su richiesta delle singole amministrazioni comunali al fine di evitare assembramenti di persone in luogo pubblico, le Case dell’acqua riaprono dopo che l’azienda ha provveduto a effettuare più cicli di sanificazione delle strutture e le relative analisi di autocontrollo. A seguito di queste operazioni, sempre su disposizioni da parte dell’organismo regionale, l’Ats Val Padana ha proceduto con ulteriori analisi di controllo della qualità dell’acqua.

Padania Acque sottolinea che la sicurezza dell’acqua erogata dalle casette non è mai stata a rischio. Dotate infatti di sistemi di filtraggio e di disinfezione, le Case dell’acqua sono state temporaneamente chiuse per evitare violazioni agli obblighi di distanziamento previsti dalle norme che si sono succedute per fronteggiare l’emergenza Covid. Regione Lombardia e Ats Valpadana impongono il rispetto di alcune regole comportamentali per l’approvvigionamento. Un cartello apposto sulle strutture ricorderà gli obblighi quali: rispettare la distanza di sicurezza di due metri dalle altre persone in coda; utilizzare guanti e mascherina. Sarà vietato toccare con le mani o accostare la bocca ai rubinetti di erogazione dell’acqua nonché portare a contatto bottiglie, o altri contenitori, con gli ugelli erogatori. Inoltre, presso le Case dell’acqua sono affisse le istruzioni su come igienizzare contenitori, bottiglie e borracce.