SALE AGELLO – A settembre inaugurazione della mostra “Linguaggi di donne”

Avrebbe dovuto svolgersi in occasione della festa dell’8 marzo, tutto era pronto, ma l’emergenza Coronavirus ha impedito l’apertura: dal 12 al 20 settembre presso le Sale Agello del Museo Civico di Crema e del Cremasco verrà finalmente proposta la mostra collettiva Linguaggi di Donne, con inaugurazione sabato 12 alle 18.30.
Siamo consapevoli che si tratta di un appuntamento in là nel tempo, ma la soddisfazione per il recupero di questo importante lavoro ci ha suggerito di anticipare la notizia (che comunque riprenderemo).

Come è integrata la donna nel mondo del lavoro nel Cremasco?

Dopo un’attenta indagine che ha sondato migliaia di lavoratrici il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi propone la mostra con numerose artiste del territorio le quali interpretano, attraverso vari linguaggi espressivi, la condizione lavorativa delle donne ai giorni nostri.
Donne che scoprono vecchi lavori riportandoli a nuova vita, donne che avviano attività innovative, e donne che, con forza e determinazione, trasformano la loro passione in lavoro, lasciando la sicurezza economica.
Attraverso arte e testimonianze Linguaggi di donne mette sotto i riflettori una figura femminile autonoma, combattiva e sognatrice che sta dando vita a nuove realtà in continuo sviluppo.

Esporranno

Francesca Baldrighi, Elisa Baratta, Rachele Barbieri, Anna Borghi, Irene Fioretti, Vanessa Ingiardi, Paola Leone, Annalisa Lopopolo, Anna Mainardi, Serena Marangon, Margherita Martinelli, Eleonora Ornaghi, Arianna Pagani, Vera Recanati, Maria Antonietta Rossi, Alessandra Rovelli, Petra Sphon, Elisa Tagliati, Silvia Talloni, Glenda Tuzza

Orari

da venerdì a domenica: 10-12 e 16 – 18
da lunedì a giovedì su prenotazione (info@centrogalmozzi.it)

Ingresso libero.