OFFANENGO – Mercoledì il consiglio comunale; la minoranza “detta” l’ordine del giorno

Il gruppo di Minoranza del Consiglio comunale di Offanengo segnala la convocazione del Consiglio che si terrà, a porte chiuse, mercoledì 17 giugno, a partire dalle ore 21, presso la sala consiliare A. Moro. Orizzonte Offanengo tiene a sottolineare come: “Mercoledì  per la prima volta dopo quasi quattro mesi, si terrà Consiglio Comunale […] primo momento di dibattito pubblico e non il successivo del 26 giugno annunciato già a mezzo stampa dal Sindaco Rossoni”. Il gruppo sottolinea come  l’ordine del giorno (che prevede 12 punti) includa quasi esclusivamente suoi interventi: otto mozioni e un’ interrogazione a cui è chiamato a rispondere il Vice Sindaco, su segnalazione di alcuni residenti preoccupati per il notevole e aumentato passaggio di mezzi pesanti in via Risorgimento.

“Le mozioni presentate si rivolgono in particolare ad aspetti importanti per la quotidianità del Paese – prosegue il comunicato del Gruppo – quali l’ecologia e l’implementazione di strumenti volti ad aumentare la partecipazione democratica nelle istituzioni. Ad esempio Orizzonte Offanengo propone di sperimentare cestini stradali per la raccolta differenziata e l’installazione di contenitori per oli vegetali esausti. A ciò si aggiunge la richiesta di nuove piantumazioni di alberi ad alto fusto e l’istituzione di un registro del verde per monitorarne nel tempo lo stato di salute. Per implementare la partecipazione della popolazione alla vita della comunità e perché la comunicazione comunale risulti ancor più efficace, immediata e capillare, Orizzonte Offanengo chiede, oltre la riedizione di un giornalino informativo pubblico, la creazione di una pagina Facebook istituzionale del Comune, cosa che avrebbe potuto essere molto utile per esempio durante la quarantena, come dimostrato dalle pagine Facebook degli altri comuni del cremasco per un passaggio rapido e immediato delle informazioni ufficiali. Inoltre una pagina Facebook ufficiale del Comune permetterebbe di fare dirette dei consigli comunali e renderli visibili a tutti (stampa compresa) da casa, e non come questa volta a porte chiuse”.

A queste si aggiungono le proposte di “rendere disponibili sempre e a tutti, gli audio dei Consigli comunali e la possibilità dei consiglieri di partecipare ai consigli comunali da remoto. Lo smart working, infatti, è una realtà ormai anche della politica il cui dibattito di tutte le parti non può essere per troppo tempo bloccato, come purtroppo successo nel nostro Comune in questi mesi per mancanza di mezzi che oggi giorno sono ormai la norma”

Infine il gruppo capitanato da Andrea Ramella, con lo scopo di  valorizzare il lavoro di tutti, propone alla maggioranza di creare un momento ufficiale, a cadenza annuale, nel quale avere un feedback dai presidenti delle commissioni comunali per dare un riconoscimento al lavoro svolto dalle commissioni.