CASALETTO VAPRIO – Momentaneamente sospesa la riapertura della Casa dell’Acqua

Casaletto

“La riapertura della Casa dell’Acqua, programmata per il 1° giugno, è stata momentaneamente sospesa in attesa dei risultati degli esami batteriologici condotti da Padania Acque”. La specifica arriva dal Comune dopo che la società idrica Padania Acque, in accordo con le diverse amministrazioni comunali del territorio provinciale, aveva annunciato la riapertura delle ‘casette’, chiuse durante l’emergenza Covid-19, entro la prima metà del mese di giugno.
L’annuncio aveva riguardato i Comuni di Cremona, Crema, Casaletto Vaprio, Casale Cremasco, Madignano, Ripalta Cremasca. Le Case dell’Acqua saranno prima sottoposte a sanificazione e ad analisi di controllo della qualità dell’acqua. “Inoltre, come da disposizioni di Regione Lombardia, il 28 di maggio è prevista una revisione di tutte le procedure messe in campo in materia di gestione e manutenzione delle Case dell’Acqua da parte degli esperti dell’Ats Valpadana, al fine di garantire la massima sicurezza igienico sanitaria. Completate queste operazioni, sarà possibile rimettere in funzione tutte le strutture”, spiega Padania Acque.
La società che gestisce il ciclo idrico in provincia di Cremona sottolinea comunque che “la sicurezza dell’acqua erogata dalle ‘casette’ non è mai stata a rischio. Sono dotate, infatti, di sistemi di filtraggio e di disinfezione”. Si attendono buone nuove per il ripristino del servizio, molto considerato dai residenti, non solo a Casaletto Vaprio ma anche negli altri centri nei quali da tempo viene proposto.