RIPALTA CREMASCA – MOSCAZZANO: tornano le domeniche in bicicletta

La presentazione dell'iniziativa da parte degli amministratori di Ripalta e Moscazzano

Torna, grazie alla collaborazione tra i Comuni di Ripalta Cremasca e Moscazzano, l’iniziativa denominata Dùminica töc ansèma… an biciclèta. Da domenica 14 giugno, e fino al 13 settembre prossimo, ciclisti e pedoni potranno muoversi liberamente, senza il traffico di auto e moto, lungo la vecchia strada che collega i due paesi, godendo di un itinerario immerso nella campagna.

La proposta, che si ripete ormai da dieci anni, è stata presentata nei giorni scorsi dall’assessore allo Sport di Ripalta Cremasca, Marianna Aschedamini, e dal consigliere delegato alla Mobilità sostenibile di Moscazzano, Daniele Qalliaj, affiancati dai rispettivi sindaci Aries Bonazza e Gianluca Savoldi.
Anche quest’anno, nel periodo estivo, le comunità ripaltese e moscazzanese saranno virtualmente collegate mediante la strada comunale periferica che unisce i due centri. Il tratto lungo il quale sarà vietata la circolazione di tutti i mezzi a motore (esclusi residenti e autorizzati) è quello compreso tra via Marconi – strada del Borlengo – a Ripalta e via Caprotti a Moscazzano. Il divieto sarà in vigore dalle ore 8 alle 20.

Negli anni passati in molti hanno approfittato di questa possibilità per assaporare il bello della natura e dell’ambiente rurale. Tra l’altro, partendo ad esempio da Crema, si può percorrere in bici una rete di piste ciclabili e ‘strade bianche’ che consentono di raggiungere più località ricche di fascino e di storia, ammirando pure monumenti e angoli toccati dai fiumi Serio e Adda.
“Lo scopo di questa iniziativa – rilevano gli organizzatori – è quello di consentire agli amanti delle passeggiate a piedi o in bicicletta di muoversi liberamente immersi in un percorso nel verde della campagna cremasca, dove è possibile anche imbattersi in santelle votive, corsi d’acqua e cascinali fino ad arrivare al conosciutissimo santuario della Madonna dei Prati. Il percorso è adatto a tutti, bambini compresi, e rappresenta una bella occasione per stare all’aria aperta, magari anche per un pic-nic, ovviamente nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza attualmente in vigore. Quindi Dùminica töc ansèma… an biciclèta e buona pedalata”.