SANITÀ LOMBARDA – Quale strategia? Sindaci e politici a confronto

Dopo la proposta dell’eurodeputato cremasco Ppe Massimiliano Salini in merito alla costruzione di un nuovo ospedale a Cremona (con i fondi del Mes), il dibattito s’è acceso. In campo diversi partiti e alcuni sindaci. Per tutti la sanità va migliorata, le differenze riguardano la strategia. 

Forza Italia Cremona propone l’istituzione di una cabina di regìa sociosanitaria e invita le forze politiche e i primi cittadini a definire insieme “un grande progetto di potenziamento della sanità cremonese”, richiedendo che le risorse europee, statali e regionali necessarie siano investite sul nostro territorio. “FI è disponibile a impegnarsi in tal senso e apprezza i segnali di apertura alla collaborazione e al confronto provenienti da esponenti di altri partiti. La nostra provincia è stata una tra le più colpite d’Italia dal Covid-19 e i nostri sindaci avevano tutto il diritto di chiedere misure straordinarie. Allo stesso modo abbiamo il diritto di richiedere con forza a Europa, Governo e Regione di finanziare il potenziamento di tutto il sistema sanitario della provincia”, riflette il coordinatore azzurro Gabriele Gallina. “Si potrebbe valutare l’istituzione di un nuovo tavolo sociosanitario in aggiunta ai quattro Tavoli Tematici già istituiti presso il Tavolo della Competitività”. 

Domani ampio articolo, con diversi punti di vista, sul nostro giornale in edicola.