POST EMERGENZA – Nuovi bisogni e priorità, Comune al lavoro

Cinzia Fontana

L’emergenza Covid-19 – è chiaro – lascerà eredità pesanti dal punto di vista economico. Sindaco e Giunta hanno già chiarito d’essere “pronti ad affrontarle e a rideclinare obiettivi e programmi in funzione delle nuove priorità”. Ne parliamo con l’assessore al Bilancio del Comune di Crema Cinzia Fontana, che per formazione ed esperienza – già funzionaria sindacale, parlamentare e senatrice – mette in campo forte sensibilità e capacità d’ampie vedute. 

Di recente è stato approvato il Rendiconto di gestione 2019. Conti in ordine che ci permettono di affrontare la crisi con serenità. Corretto? “Presentando il Rendiconto 2019 in Consiglio ho voluto evidenziare in particolare due dati: l’entità dell’avanzo di amministrazione disponibile e quella del fondo di cassa. La chiusura del Bilancio dello scorso anno ci consegna un avanzo di circa 17 milioni di euro, 8 dei quali da accantonare in quanto vincolati per voci specifiche a norma di Legge. La parte d’avanzo disponibile ammonta perciò a 9 milioni di euro: una somma importante, che ci permette sicuramente di guardare i prossimi mesi con minore ansia sul come gestire l’impatto dell’emergenza Covid-19 sui conti pubblici e sulla città”.

L’altro dato da mettere in risalto? “Riguarda il fondo di cassa, che a fine 2019 era pari a circa 22,5 milioni di euro. In sostanza, l’intero avanzo di amministrazione trova piena corrispondenza con il fondo cassa. Segno, questo, di una gestione particolarmente virtuosa e corretta dei conti del Comune, cui va dato merito anche e soprattutto all’ottima qualità del nostro servizio finanziario. Ed è grazie a una liquidità così elevata, oltretutto, che siamo stati nella condizione d’intervenire sin dai primi giorni dello scoppio della pandemia a sostegno della comunità, per deliberare la sospensione per 4 mesi di tutti i tributi e le imposte locali, garantendo comunque l’erogazione dei nostri servizi e, cosa importante, il regolare pagamento dei nostri fornitori. I due dati che ho voluto sottolineare dimostrano che il Bilancio della nostra città poggia su basi solide e con conti in ordine, che danno evidenza di una gestione sana, oculata e lungimirante. Stavolta, in più, questi risultati economici sono un polmone fondamentale per affrontare l’ondata di crisi sociale ed economica che il post emergenza ci consegna e ci permettono di poterlo fare, se non proprio con serenità, almeno con maggiore fiducia e sicurezza”.

Dopo l’approvazione unanime in Consiglio della mozione di rilancio del “sistema città”, state lavorando alla manovra di sostegno a famiglie e imprese. Ci anticipa qualcosa?  “In questi mesi il Consiglio ha voluto e saputo raccogliersi intorno a un’unità d’intenti e a un impegno comune per intervenire a supporto del sistema città. In questo clima si inserisce anche la discussione e l’approvazione unanime da parte di tutti i gruppi consiliari dell’atto di indirizzo sulle misure di sostegno a favore della città: una bella occasione di buona politica. Ora siamo nella fase della traduzione pratica degli indirizzi assunti. Il contributo stanziato dalla Regione di 700.000 euro, destinato al sostegno agli investimenti, sarà indirizzato su opere di manutenzione straordinaria del patrimonio pubblico. Relativamente al contributo di 2,1 mln di euro erogato dal Governo col Decreto Rilancio stiamo lavorando su due pacchetti di misure che devono consentirci di non lasciare indietro nessuno”.

Domani sul giornale, l’ampia intervista, completa, all’assessore della Giunta Bonaldi.