Romanengo – Il Comune propone un questionario per organizzare attività estive rivolte a bambini e ragazzi

Romanengo
Nella veduta aerea del centro di Romanengo

Il Comune di Romanengo e la cooperativa ‘Il Cerchio’ stanno lavorando per cercare di organizzare attività estive e di aggregazione per bambini e ragazzi a partire dal 15 giugno, come indicato da decreti e ordinanze. “Per attività di aggregazione – spiegano da palazzo -si intendono quelle regolamentate dalle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e di gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19” emanate dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri (allegato 8 al DPCM del 17 maggio 2020)”.

Si tratta di iniziativa importanti per i piccoli utenti ma anche per le rispettive famiglie. I genitori lavorano e dopo aver fatto i salti mortali, causa emergenza pandemia e consequenziale lockdown, per gestire la permanenza a casa dei bimbi e le lezioni di didattica a distanza, si profilerebbe per loro un altro periodo difficile da gestire per conciliare casa e lavoro. Per questa ragione Comune e ‘Il Cerchio’ si sono messi all’opera al fine di allestire un programma estivo nel rispetto delle regole necessarie in questo periodo di emergenza. Un intervento che possa essere il più possibile rispondente alle necessità della comunità, funzionale e gestibile in termini di attività e spazi. Per questa ragione i proponenti chiedono la collaborazione dei genitori al fine di avere chiare indicazioni in termini di partecipazione, organizzazione e logistica. Come? Con la pubblicazione di un questionario sul sito comunale che il sindaco Attilio Polla e il suoi staff invitano papà e mamme a compilare entro il prossimo 8 giugno.