TEST SIEROLOGICI – Gallera: “In regione dati che dimostrano la corretteza nell’uso dei Dpi”

Giulio Gallera a Crema

Sono 123.942 i test sierologici già effettuati da Regioni Lombardia, 42.681 a cittadini in
quarantena fiduciaria e 81.261 al personale sanitario. I prelievi proseguiranno senza sosta nelle prossime settimane, coinvolgendo anche le Forze dell’Ordine e gli operatori dei
servizi di emergenza-urgenza”. Lo conferma l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, commentando i dati elaborati fino al 22 maggio scorso.

“La media dei cittadini che hanno contratto il virus – spiega Gallera – e ha sviluppato quindi anticorpi neutralizzanti è pari al 34%, con punte del 58,3 nell’area di Bergamo e valori minimi del 18,4 nella zona di Milano”. “Gli esiti dei prelievi ematici effettuati sugli operatori sanitari – aggiunge – fornisce un valore medio di positività pari al 13,5%. Un dato che, secondo le analisi degli esperti, fotografa la correttezza nell’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale da parte dei nostri medici e infermieri. La diffusione del virus, fra loro, ha seguito le dinamiche del proprio territorio di residenza”.

“Le analisi continueranno nelle prossime settimane – conclude Gallera – ampliando la platea delle persone da sottoporre a prelievo, sia per quanto riguarda i cittadini sia per gli
operatori”.