RETE “CON-TATTO” – L’attività ai tempi del Covid-19

Lotta contro la violenza

Nonostante l’emergenza sanitaria e il lockdown, Rete Con-Tatto non ha mai interrotto le proprie attività a fianco delle donne vittime di violenza. Oltre a proseguire nell’accoglienza e nel sostegno alle donne, i membri della Rete sono stai impegnati negli ultimi mesi con la revisione del proprio Protocollo d’intesa, che porterà a breve importanti novità.

“Quello che però vogliamo raccontarvi oggi è che, sebbene il periodo drammatico impegnasse pensieri e azioni di molti nell’affrontare la pandemia, un gruppo di generosi amici si è ricordato della ‘Rete’ e delle nostre finalità e, grazie alla loro donazione e a un cospicuo contributo del Soroptimist International Italia Club di Crema (che fa attivamente parte di Con-Tatto ormai da diversi anni, ndr), abbiamo potuto donare a sei donne con figli in età scolare, altrettanti pc portatili dotati di abbonamento a Internet per tre mesi, in modo che i figli possano seguire le ultime settimane di scuola dotati della tecnologia necessaria”, spiegano le referenti. 

La scorsa settimana, inoltre, la “Rete” ha ricominciato a riunirsi “in presenza”, all’aperto e comunque con tutte le precauzioni, ma soprattutto con il solito entusiasmo: “Stiamo infatti programmando le attività per il secondo semestre di questo decimo anno dalla nostra fondazione”. Tante le idee in cantiere: di sicuro tornare presto nelle scuole per lavorare con studenti e insegnanti. La prevenzione, infatti, è fondamentale per contrastare le discriminazioni e “la violenza contro le donne e gli incontri di questi ultimi anni negli istituti superiori del territorio ci hanno dato grandi soddisfazioni e tanta speranza: i giovani possono davvero cambiare questa società, ancora malata di maschilismo e disparità di genere” .

Nella foto un’immagine di repertorio