RICENGO – Pericolosi assembramenti ai laghetti, ordinanza urgente di chiusura del sindaco Romanenghi

Ricengo

A Ricengo sono chiuse (per ora fino al 18 maggio) le due aree di fruizione pubblica del “Laghetto dei Riflessi” e del laghetto della “Rana Rossa”. È infatti arrivata, ieri, un’ordinanza urgente del sindaco Feruccio Romanenghi, preoccupato per lo “spettacolo” dello scorso fine settimana. “Sabato pomeriggio si sono creati pericolosi assembramenti, con decine di persone, addirittura senza mascherina e che hanno letteralmente fatto il bagno nel Laghetto dei Riflessi, dove peraltro è vietato da sempre, pandemia o meno, essendo riserva naturalistica. Altro che mantenere le distanze, qui si è andati molto oltre, troppo…”, spiega il primo cittadino.

Come si evince dalla relazione della stessa Polizia Locale c’è stata una mancanza di rispetto delle norme attualmente in vigore e “siamo stati costretti a emettere l’ordinanza per questo weekend, dove saranno intensificati i controlli e, se necessario, si provvederà alle sanzioni”. Si tratta di misure di misure eccezionali volte a contrastare la diffusione del contagio da Covid-19. Non si poteva fare altrimenti: decine di ragazzi e giovani, ma non solo, come ci ha raccontato Romanenghi, hanno invaso l’area e ai richiami hanno fatto spallucce, andando avanti imperterriti nell’azione illecita.

Articolo completo sul giornale di sabato in edicola.