EMERGENZA – Sospeso pagamento di Imu e Tari. Il Comune studia altri interventi

Cinzia Fontana

Il Comune di Crema, con l’obiettivo di contenere gli effetti economici negativi che l’emergenza di questi mesi sta producendo su famiglie, attività e imprese della nostra città, ha deliberatocon un documento unanime approvato dal Consiglio Comunalela sospensione fino al 30 giugno del pagamento di tutte le tariffe, i tributi e le imposte locali.

A seguito di numerose richieste di cittadini in merito alla scadenza della prima rata Imu (solitamente prevista il 16 giugno) e della Tari, tassa rifiuti, si rende noto che anche il pagamento di questi due tributi è sospesoQuesto perché si è in attesa di conoscere le misure che saranno inserite nel decreto Legge in corso di discussione a livello nazionale e che dovrebbero riguardare sia lo slittamento dei termini di pagamento dell’Imu sia indicazioni sulla Tari.
“Abbiamo allo studio eventuali ulteriori interventi di sostegno a favore dei settori maggiormente colpiti dalla crisi – commenta l’assessore al Bilancio, Cinzia Fontana – e subito teniamo a rendere noto, avendo gli uffici ricevuto numerose telefonate in questi giorni, che in merito al pagamento dell’Imu, che normalmente sarebbe il 16 giugno, è tutto sospeso. Quando sarà reso noto il decreto, ci confronteremo con le nuove disposizioni su questi tributi che restano di natura nazionale e sarà più concretizzabile l’azione specifica del Comune negli ambiti che più gli competono”.