CORONAVIRUS – Oggi in regione 80.089 contagi, più 689. Sono 27 i nuovi casi in provincia di Cremona

Se è vero che i dati lombardi del contagio da Coronavirus hanno subìto un deciso rallentamento, è altrettanto vero che dopo alcune settimane in cui virologi e politici ci dicono che siamo in zona “pianeggiante”, in attesa della discesa, quest’ultima tarda a venire. Anche oggi la crescita generale in Lombardia riferisce di 689 nuovi casi, con il totale dei positivi dall’inizio della pandemia che supera gli 80.000, precisamente 80.089. I decessi oggi segnano ancora un più 134 (14.745 totali). Uguale a ieri il numero dei ricoverati in terapia intensiva (480), mentre quelli non in terapia intensiva sono, a oggi, 5.848 (meno 231 unità). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati tantissimi, 15.488, un record, con 1.756 casi in verifica.

A livello di dati per province, Milano sale a quota 20.893 positivi con ancora più 182 casi, di cui 86 nella sola Milano città. Il Milanese rimane il territorio più colpito dal virus, seguito da Brescia, che ha raggiunto oggi i 13.391 contagi, purtroppo più 124 da ieri, in aumento. In provincia di Cremona i casi sono 6.178 casi, ieri erano 6.151: più 27 anche oggi. Bergamo passa a 11.622, più 35. Lodi è arrivata, oggi, a 3.204 casi positivi, con una crescita in 24 ore di 49 unità, in aumento rispetto ai soliti standard del periodo. A Pavia più 31 casi, con 4.652 contagiati in totale. Como oggi sale a 3.440, più 39 infetti da ieri. Mantova più 4 (!), in totale 3.221: un rallentamento sempre costante e minimo, ultimamente, per la città dei Gonzaga, auspicabile a breve anche nelle altre province.

Nel Cremasco è di otto nuovi casi l’incremento giornaliero del contagio da Coronavirus in 24 ore (dato Ats Valpadana riferito a ieri 6 maggio). Crema segna a oggi 505 casi (+4), segue sempre Castelleone con 232, ancora a crescita zero.