OPERE PUBBLICHE – I tanti piccoli cantieri ai sottoservizi non si sono mai fermati

Cogliendo l’occasione del diminuito traffico nel periodo di contenimento del contagio da Covid-19, sono stati fatti eseguire interventi ai sottoservizi della città: piccoli cantieri sparsi per le strade di Crema, che riguardano la fognatura, gli acquedotti, le reti gas, elettriche, telefonica, di illuminazione pubblica.

Per quanto riguarda i lavori concessi a Padania acque, sono state completate le saracinesche in via Massari collegate ai lavori fatti in via XX Settembre, sono stati realizzati allacci utenze in via Crocifissa di Rosa ed è stata sistemata una perdita in via Venezia. Per le reti gas, sono state compiute verifiche in via Da Berzo, Crocicchio, Don Mazzolari, San Lorenzo, Indipendenza, Mercato, De Gasperi, Stazione (in quest’ultima quattro interventi),via Cerioli, La Pira, Torre, Tadini, Monte Nevoso, Beato Rosmini.

Per E-distribuzione, sono state interessate da lavori le vie IV Novembre, De Gasperi e Macello. Per Simet, sono stati sistemati impianti di illuminazione pubblica in via Dosso Morone e via Fratelli Bandiera. Altri e diversi interventi riguardano il rifacimento dell’attraversamento pedonale in autobloccanti in via Carlo Urbino all’incrocio con via Piacenza. È in programma inoltre il rifacimento completo del marciapiede in via XX Settembre attorno alla chiesa di SS. Trinità: sarà in materiale di pregio in continuità con il materiale utilizzato sul sagrato, e verrà realizzato da Padania Acque che in quel tratto è intervenuta qualche tempo fa prima dei decreti nazionali.

“Abbiamo inteso approfittare delle condizioni del lockdown per attivare ogni possibile intervento di manutenzione sui sottoservizi”, commenta l’assessore ai Lavori pubblici e viabilità, Fabio Bergamaschi. “Sono cantieri che generalmente per loro natura interferiscono con la viabilità, oggi però fortemente ridotta. Tutto ciò che era attivabile nelle particolari condizioni che stiamo vivendo è stato attivato”.