CARAVAGGIO – Per il giovane Andrea un’inaspettata telefonata da… papa Francesco

papa Francesco

Per Andrea Pirotta, di Caravaggio e noto dalla comunità parrocchiale per la sua profonda fede, il 29 aprile sarà per sempre impresso nella sua memoria come la giornata in cui ha ricevuto una telefonata molto speciale e alquanto insolita: lo ha chiamato papa Francesco!
Il Pontefice già durante la celebrazione della santa Messa mattutina aveva accennato al giovane. Di lui aveva detto: “Ieri (martedì, ndr) ho ricevuto una lettera da un ragazzo di Caravaggio. Si chiama Andrea. Mi raccontava di sè, ma le lettere dei ragazzi e dei bambini sono bellissime per la concretezza. Mi diceva che aveva sentito la Messa per televisione e che doveva rimproverarmi una cosa: io dico ‘Che la pace sia con voi’. A suo avviso non dovrei fare tale affermazione perché con la pandemia noi non ci possiamo toccare”. Rivolgendosi ai confratelli presenti ha proseguito: “Non vede che in realtà non vi toccate”. Da lì il Papa aveva proseguito con un breve discorso riguardo al tema della libertà: “La libertà di dire le cose come sono. Anche noi con il Signore dobbiamo avere la libertà di dire come le cose sono”.
Inaspettatamente, poi, più tardi nella mattinata il telefono della madre di Andrea ha iniziato a squillare e mai si poteva immaginare che dall’altro capo del filo ci fosse il Santo Padre. Tanta emozione, come si evince dal video che immortala lo speciale momento pubblicato sul portale diocesano e poi condiviso e cliccato sui social.
Il Papa lo ha ringraziato per la lettera da cui si evince chiaramente il suo “attaccamento religioso”, gli ha spiegato che durante le celebrazioni la pace non avviene tramite la stretta, di mano ma semplicemente con un gesto della testa… ma per Andrea le emozioni non sono finite. Il Pontefice, infatti, gli ha assicurato che riceverà la papalina da lui richiesta.