LUTTO – Nella notte è scomparso Luciano Capetti, ex assessore e sindacalista cremasco

È mancato, Luciano Capetti, ex assessore ai Servizi sociali della Giunta Bruttomesso, ma anche consigliere comunale di minoranza ai tempi del sindaco Claudio Ceravolo. In passato era stato pure assessore con i sindaci Galli e Donzelli.

75 anni, provato dalla malattia, che non gli aveva comunque impedito di mantenere la sua verve, è scomparso nella notte. Sempre pronto alla battuta, ironico, ma anche sensibile e legato alla sua città, oltre che al quartiere di Santa Maria della Croce, Capetti si è sempre fatto ben volere da tutti, compagni di partito e non solo. Attualmente era segretario cremasco della Federazione Nazionale Pensionati della Cisl, dove era rientrato dopo anni di assenza per altri impegni. Riprendendo l’attività con grande entusiasmo. Tra i suoi “legami speciali” quello col Cre, il Centro di Riabilitazione Equestre, che frequentava con il figlio Matteo. Tutti lo conoscevano e ne apprezzavano le doti, ed è per questo che la notizia ha fatto subito il giro della città. Va ricordato anche il ruolo di Luciano nella parrocchia di Santa Maria della Croce, dove era ben inserito e dove viveva con la famiglia. Alla quale – la moglie Graziella, la figlia Chiara e i figli Matteo e Nicola – rivolgiamo le più sentite condoglianze e assicuriamo una preghiera.  Vasto il cordoglio della comunità, a dimostrazione della qualità della persona. Capetti era un uomo buono, sempre pronto a collaborare e disponibile con tutti.

Il ricordo sul giornale in edicola il 30 aprile.