Enduro: Sissi Racing spera di correre almeno a luglio

Anche il mondo dell’Enduro, che nel Cremasco vanta una lunghissima tradizione e un gran numero di appassionati, sta risentendo del fermo a causa del Coronavirus. La stagione delle corse però si basa su annate solari per cui il 2020 non è stato ancora mandato definitivamente in archivio. Si spera di poter tornare a correre nella seconda metà dell’anno, rimodulando i calendari, e non perdere così un’annata che comunque non potrà essere completa.
Così si spera in casa del team cremasco Sissi Racing, fermato proprio alla vigilia della prima gara stagionale in Liguria, e che da allora attende di sapere quando si potrà tornare a fare attività.
La Federazione Italiana Motociclismo aveva emanato un calendario rimodulato provvisorio, che gioco forza dovrà subire ulteriori modifiche, per i Campionati Assoluti d’Italia e per il Campionato Italiano Senior/Under 23. Per gli Assoluti, le gare di Custunaci in Sicilia e Piediluco in Umbria, originariamente messe in calendario ad aprile e maggio, saranno spostate a fine stagione o annullate.
La speranza per il team è che le disposizioni ministeriali prevedano da maggio la possibilità di ritorno all’attività, e quindi per i piloti il poter salire nuovamente in sella, per esordire nella gara di Assoluti del 5 luglio a Carpineti, in Emilia Romagna. Da lì ci sarebbero poi le gare di Passirano (Brescia) il 2 agosto, di Breno (Brescia) il 3 ottobre e di Arma di Taggia il 1° novembre, più le altre due corse da recuperare. Stesso discorso per il Campionato Italiano Senior e Under 23. Ormai da considerare rinviate le gare di Manzano in Friuli e Genzano di Lucania in Basilicata.
Si spera quindi di poter cominciare il 26 luglio a Castiglion Fiorentino, per continuare poi il 27 settembre ad Antegnate e il 18 ottobre ad Alassio, cercando poi due date per recuperare le due corse iniziali.
Il team Sissi Racing era pronto a ricominciare la stagione per tentare di ripetere l’impresa degli ultimi due anni: di vincere cioè ben 4 titoli tricolori. I punti di forza della squadra sono i tre campioni d’Italia in carica – Chicco Aresi, Mirko Spandre e Alberto Capoferri – pronti a duellare nella nuova categoria Senior dopo i titoli nell’Under 23, dove potrà gareggiare ancora solo Capoferri. Nell’Under 23 c’è attesa per il sedicenne Daniele Delbono, campione in carica nella classe 50 e che sarà in sella a una 125 Cadetti, un ragazzo che fa già parte del team Talenti Azzurri e che saprà certamente farsi valere e che comunque accumulerà tanta esperienza per il futuro. Sempre tra gli Under 23, il team cremasco potrà contare anche su Giovanni Bonazzi, Ramon Bregoli e Lemuel Pozzi. Tra i senior invece, Chicco Aresi è sicuramente la punta di diamante, forte del titolo italiano Assoluto della scorsa stagione, e chiamato alla difficile prova di ripetersi. Al suo fianco ancora Robert Malanchini, secondo lo scorso anno, quest’anno cambia classe e passa alla 350 con la Ktm Exc-F a quattro tempi. A completare il team Senior, Alessandro Esposto e Miki Flaviani, rispettivamente terzo e quarto lo scorso anno, in sella anche loro alle 300 TPI ad iniezione della casa Austriaca. Mirko Spandre, invece, grazie ai risultati dello scorso anno potrà correre soltanto gli Assoluti d’Italia e quindi non potrà essere schierato nel team Senior. Ma si farà certo valere anche nel massimo campionato (gli Assoluti) dove lo scorso anno è arrivato terzo e quest’anno cercherà di portare la sua Ktm 350 ancora sul podio. Da quest’anno comunque il team Sissi Racing sarà presente anche agli Assoluti d’Italia, perché anche Aresi, Delbono e Capoferri parteciperanno anche a questo campionato.