Eccellenza: la Doverese Calcio Femminile

Il campionato di Eccellenza è impegnativo, importante, ma alla Doverese Calcio Femminile non dispiacerebbe andare oltre in futuro. “Il salto in serie C implicherebbe sforzi superiori, pacifico, ma qualora il sogno s’avverasse faremmo di tutto per conservare la categoria”. Però! Nella stagione che il Coronavirus ha stoppato a metà febbraio, la formazione di calcio in gonnella facente parte del sodalizio presieduto da Enrico Rancati /(il maschile è in Seconda Categoria), non è riuscita a dare continuità ai risultati, restando però in zona franca: oggi è salva per intenderci anche se la zona playout è a un tiro di schioppo. Appena prima della stop al campionato c’era stato l’avvicendamento in panchina, al duo Francesco Facchini-Alice Casorati, è subentrato il lodigiano Michele Ponzinibbi, che viene dal maschile, dando però “subito la sensazione di poter guidare come si conviene anche complessi femminili. Purtroppo la situazione è quella che è, delicata e chissà se questa stagione potrà riprendere”. C’è il forte dubbio che prima di settembre l’attività non riparta. Il calcio femminile a Dovera ha cominciato a muovere i primi passi nel 2006: l’anno venturo quindi festeggia i primi tre lustri di storia. “Siamo partiti pescando parecchio dal serbatoio del Calcio Spino, che aveva chiuso i battenti. Una grossa mano ce la diede l’ex mister spinese. Roberto Moro. Abbiamo già vissuto stagioni interessanti, centrando la promozione dalla D alla C nel’annata 2014-15. Successivamente c’è stata la rivoluzione dei campionati e tra la D e la C c’è di mezzo l’Eccellenza dove giostra la nostra squadra”, capitanata da Veronica Sales, che ha maturato una grande esperienza anche con la casacca dello Spino. La voglia di crescere è sempre grande “e la C è un nostro obiettivo in futuro. Avendo cessato l’attività il Mozzanica, la Doverese è riuscita a tesserare diverse bambine e ragazze, difatti, oltre alla compagine di Eccellenza abbiamo altre due nidiate, di Pulcine e Giovanissime. Il movimento quindi è niente male e questo grazie al serio lavoro del responsabile del settore giovanile nonché preparatore atletico Luca Goi”. Da aggiungere la fattiva collaborazione in atto tra Doverese ed Atalanta, che milita in serie A.