CORONAVIRUS – Consegna mascherine in città: Esercito, “Sparviere” e Polizia Locale al lavoro

Grazie alla dotazione pervenuta stamattina da Regione Lombardia, attraverso la colonna mobile della Protezione Civile provinciale, che per Crema ha consegnato circa 8.000 “pezzi”, è ripresa oggi pomeriggio di oggi la distribuzione di mascherine chirurgiche nelle zone cittadine in cui non era ancora avvenuta.
In particolare nel centro storico , in zona “Pergoletto”, Campo di Marte, ospedale, viale Repubblica… “Al contempo cercheremo di raggiungere nuovamente quei recapiti dove sono state segnalate mancate consegne, sebbene, mi spiace dirlo, in taluni casi si è verificato che gli ammanchi siano avvenuti perché qualcuno ha ritirato dalla cassetta della posta anche le mascherine dei vicini”, informa il sindaco. Episodi isolati, ma purtroppo realmente accaduti.

Il grazie va alla nostra Polizia Locale, al gruppo di Protezione Civile “Lo Sparviere” e agli uomini dell’Esercito che in questi giorni hanno veramente coperto a tappeto il territorio cittadino per raggiungere quanto più capillarmente ogni abitazione, per munire la popolazione dei dispositivi. Non sono mancate lamentele per la consegna direttamente nella cassetta delle lettere, senza involucro. “A beneficio di tutti ricordo che sul web sono disponibili alcuni tutorial che spiegano anche come igienizzare queste mascherine, con alcool o prodotti similari, la replica della Bonaldi.

Segnaliamo che qualche Comune, anche di piccole dimensioni, ha ricevuto dalla Regione una dotazione assolutamente insufficiente. La speranza è che in questi giorni l’ente completi la consegna.