CORONAVIRUS – La Lombardia vede 1.598 nuovi positivi (totale 49.118) e 345 morti in più. In provincia più 57

In Lombardia si contano oggi 1.598 nuovi positivi (ieri erano 1.455), che portano la regione a un totale di 49.118 contagiati. Migliora il dato delle terapie intensive: 1.326 persone, meno 55 rispetto a ieri, mentre i ricoveri non in terapia intensiva sono 200 in più in 24 ore, toccando quota 12.002. I guariti sono in totale 27.134.

I dati odierni sono stati comunicati di nuovo dall’assessore al Welfare Giulio Gallera. I nuovi decessi sono stati 345 (è morto, tra l’altro, anche un agente della scorta del premier Conte), che portano le vittime a 8.656 (ieri erano 8.311). I tamponi effettuati oggi sono stati 6.826, i casi in verifica sono 1.066. Il bollettino lombardo dell’emergenza Coronavirus, a livello di province, spaventa ancora: il Milanese, con 428 nuovi casi, è la provincia più colpita, con 10.819 infetti. Segue Bergamo, che ha raggiunto 9.588 persone contagiate, più 273 da ieri. In provincia di Cremona abbiamo toccato quota 4.154 casi di contagio, mentre ieri eravamo a 4.097: un più 57 “rassicurante” (?), ma in lieve aumento da ieri. Brescia passa da 9.014 a 9.180, con un più 166 sempre troppo alto. Lodi è arrivata, oggi, a 2.238 casi positivi, con una crescita in 24 ore di 24, dato confortante per l’ex “zona rossa”. A Mantova più 97 casi, con 1.981 contagiati in totale. Como oggi sale a 1.319, più 63 da ieri, un’ascesa in linea col periodo. Così Pavia: più 168 con 2.499 infetti totali.

Il virus avanza anche nel Cremasco. Ieri, venerdì 3 aprile, l’Ats ha comunicato il dato di 1.725 persone positive dall’inizio dell’emergenza, 70 in più rispetto al giorno precedente (compresi ricoverati, chi è in isolamento domiciliare e deceduti). Crema vede 428 casi (solo +1), Castelleone 181 (con l’1.91% dei residenti è il paese più colpito in base alla popolazione), Pandino 89, Offanengo 87, Rivolta d’Adda 71 (in forte crescita), Soncino 67, Sergnano  53, Ripalta Cremasca 46, Romanengo 42, Bagnolo Cremasco 41, Montodine 40, Vaiano Cremasco 36 e Agnadello 34.

Nel frattempo un nuovo cluster è stato identificato proprio a Rivolta d’Adda, ecco perché l’aumento odierno: nella Casa madre delle suore Adoratrici in 24 ore sono stati riscontrati 39 casi positivi.