Crema – Droga e contanti, bloccati in centro città due giovani vengono deferiti

La droga e l'ingente quantitativo di denaro sequestrati dalla Polizia

Lo spaccio di droga non teme il Coronavirus e sbaglia. Sabato pomeriggio in città, durante i controlli straordinari svolti per verificare il rispetto delle prescrizioni emanate per fronteggiare l’emergenza Covid-19, una pattuglia in abiti civili del Commissariato di Crema ha infatti fermato due giovani trovandoli in possesso di mezzo chilo marijuana e di una notevole somma di contanti. Immediata è scattata la denuncia.

“La pattuglia – spiega il vicequestore Daniel Segre – ha notato un’utilitaria effettuare delle manovre sospette, probabilmente avendo il guidatore visto il lampeggiante posto sul tetto del veicolo di servizio. La vettura è stata fermata in via Griffini dopo un breve inseguimento; durante il controllo dei due occupanti, uno dei due ragazzi si è dato improvvisamente alla fuga a piedi, scappando verso piazza Garibaldi, ma venendo bloccato dagli uomini della Polizia di Stato. Durante la perquisizione personale effettuata sul posto a carico del fuggitivo, sono stati trovati tre sacchetti contenenti complessivamente circa 130 grammi di sostanza, verosimilmente marijuana. Lo stesso è risultato anche in possesso della somma in contanti di oltre 1.000 euro. A quel punto si è ritenuto di procedere a perquisizione domiciliare a casa dei due ragazzi, atto che ha consentito di rinvenire tutto il necessario per confezionare dosi di stupefacente: sacchetti, cellophane, bilancini di precisione e grinder, oltre a un’elevata somma di denaro in contanti e ad altra sostanza”.

Durante l’attività di controllo i poliziotti hanno chiesto ausilio a una pattuglia di Carabinieri che ha consentito il rinvenimento di altra droga che il ragazzo in fuga aveva gettato nel giardino di una villa vicina al posto in cui è stato effettuato il controllo. Decisive le segnalazioni di alcuni passanti che hanno assistito alla scena.

“Una volta accompagnati presso gli uffici del Commissariato di via Macallé – conclude Segre – la sostanza, complessivamente quasi mezzo chilo, è stata analizzata e risultata positiva al test per la ricerca di Cannabis e THC. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre i due ragazzi, un ventiduenne già noto per fatti analoghi ed un ventenne, entrambi cremaschi e residenti in città, sono stati denunciati in concorso fra loro per detenzione ai fini di spaccio e multati per l’inosservanza delle norme emesse per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19”.