CORONAVIRUS – In regione oggi 37.298 casi, con tanti decessi (541)

I dati di oggi dell’emergenza Coronavirus portano la regione Lombardia a quota 37.298 positivi al Covid-19, più 2.409, pari al 6,9%, rispetto al giorno prima. I ricoveri non in terapia intensiva sono arrivati a 11.137, più 456 da giovedì. Segno positivo anche per quelli in terapia intensiva, ma al momento il dato non è ancora disponibile. 

I decessi ieri sono saliti di molto, 541 unità (+11% rispetto a giovedì), toccando quota 5.402 persone scomparse. È uno dei balzi più importanti, per quanto riguarda i morti da Covid-19, dall’inizio della pandemia. Il secondo più alto registrato sin qui in Regione. I contagi crescono anche nel Cremasco. Nella città di Crema – a giovedì – i casi erano 378, con Castelleone 128, Offanengo 80, Pandino 79 casi, Soncino con 52 , Sergnano 43, Ripalta Cremasca 38 e Bagnolo Cremasco 32. In provincia di Cremona ieri 3.370, oggi +126 e quindi raggiungendo quota 3.496.

Anche se l’Italia ha superato la Cina per numero di infetti, il presidente della Regione Attilio Fontana ha sottolineato che la dinamica dei contagi in Lombardia è in fase di “consolidamento” e sta per iniziare la discesa. Speriamo e preghiamo. Il governatore nel suo consueto appuntamento con la stampa ha commentato: “Anche oggi è stato processato un maggior numero di tamponi rispetto ai giorni precedenti e assistiamo a una riduzione del numero dei contagi. La cosa ci fa piacere e ci dice che questa è la dimostrazione evidente che, per avere una visione realistica, bisogna fare la media su almeno cinque giorni. Ci stiamo consolidando e la linea dei contagi non sta, dunque, crescendo”. 

“Capisco il sacrificio e le difficoltà di tutti voi nel rispettare le regole e per questo – ha aggiunto Fontana rivolgendosi ai lombardi – e vi ringrazio. Uno sforzo che, ne sono certo, non sarà vano. E lo dico prendendo spunto dalla notizia che giunge oggi dalla Cina, secondo cui a Wuhan il contagio si è sostanzialmente bloccato. Un ringraziamento il mio, che si va nella direzione giusta, come ci confermano i dati degli spostamenti rilevati dalle celle telefoniche: gli ultimi rilevamenti infatti indicano che siamo al 35% degli spostamenti e siamo scesi di 7 punti in una settimana”. Va ricordato, infine, che crescono in maniera significativa anche i guariti e i dimessi.