INCONTRO PREFETTO E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

Come già preannunciato nella giornata di ieri, 24 febbraio scorso, il Prefetto di Cremona, dott. Vito Danilo Gagliardi, ha incontrato nuovamente i Rappresentanti delle varie Associazioni di Categoria del territorio, congiuntamente al Vice Presidente dell’Amministrazione provinciale, al Sindaco del Comune di Cremona ed al Dirigente Generale dell’ATS  – Valpadana di Cremona.

Presenti anche i delegati delle Organizzazioni Sindacali.

Il vertice è stato indetto anche sulla scia delle direttive emanate dal Ministro dell’Interno lo scorso 24 febbraio che conferiscono, tra l’altro, al Prefetto il coordinamento di incontri per l’eventuale adozione di iniziative inerenti alla sospensione o alla limitazione delle attività di comparti produttivi o commerciali presenti nel nostro territorio.

La riunione, infatti, ha avuto la finalità di coordinare un incontro tra l’Autorità Sanitaria e gli stessi Rappresentanti affinchè  questi ultimi potessero ricevere chiarimenti ed informazioni mirate sui rispettivi comportamenti da tenere in questo periodo di emergenza dovuta alla diffusione del “Coronavirus –Covid19”.

Dopo i vari interventi dei convenuti, il Dott. Mannino, Direttore Generale dell’ATS-Valpadana, ha chiarito,  in maniera puntuale,  sia i contenuti delle recenti disposizioni del Ministero della Salute e della Regione Lombardia sulla problematica di interesse  e sia , con particolare riferimento,  ai comportamenti che devono essere tenuti  dalla classe dirigenziale e  dalle maestranze, operai, impiegati di aziende,  etcc….

Lo stesso D.G. ha sottolineato come ogni disposizione diramata in questi giorni è pienamente in linea con quanto indicato dalla c.d. “Unità di Crisi nazionale” che vede coinvolti il Ministero della Salute e, nel nostro specifico caso, la Regione Lombardia, l’Istituto Superiore di Sanità di Roma e il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

Molti presenti hanno stigmatizzato il preoccupante fenomeno della diffusione di notizie a volte del tutto infondate e che creano notevole allarme presso la cittadinanza e quindi anche nei lavoratori.

A tale proposito è stato precisato nuovamente che i dati validati e ufficiali, relativi ai numeri dei casi positivi e non, sono soltanto quelli   diffusi dal Ministero della Salute.

E’ stato ancora una volta ribadito che è possibile consultare quotidianamente il sito dell’ATS, della Prefettura e della Regione Lombardia per acquisire informazioni utili sul fenomeno in atto.

Il Prefetto Gagliardi ha espresso un particolare apprezzamento poichè le notizie vengono, a livello locale e soprattutto da parte del Quotidiano “La Provincia”, diffuse in modo scientifico, quasi in tempo reale e in maniera comprensibile per la popolazione: ciò è molto rilevante al fine di evitare che tramite informazioni non corrette si possa diffondere l’allarme tra i nostri concittadini e si creino situazioni di panico ingiustificato.

Tutte le attività di tutti gli attori che, in questi giorni, si stanno prodigando costantemente al fine di  garantire la tutela della salute pubblica, poiché trattandosi di una patologia nuova per la quale non è ancora stato possibile creare il vaccino ad hoc, l’unica misura idonea consiste nel contenimento del fenomeno tramite misure e dispositivi, non solo sanitari.

Nella circostanza, il Prefetto ha invitato gli Enti pubblici, presso i quali si svolge attività di sportello all’utenza, di mantenere un “atteggiamento normale”, assicurando sempre il servizio alla cittadinanza , utilizzando gli appositi dispositivi di sicurezza personale previsti dalla normativa sul lavoro.

Le Organizzazioni Sindacali hanno recepito la proposta del Sindaco di Cremona affinchè siano coinvolti i Rappresentanti delle Associazioni datoriali nel redigere un protocollo apposito al fine di soddisfare le esigenze familiari di coloro i quali ,pur lavorando, devono comunque organizzare dei turni per assistere i propri figli che in questi giorni non possono frequentare le scuole.

Nei prossimi giorni ci saranno ulteriori incontri, sempre presso la sede del Palazzo del Governo, allo scopo di aggiornare costantemente la cittadinanza e anche con riferimento alle questioni sopra rappresentate.

 coronavirus