TRUFFE – Attenzione ai finti operatori sanitari e dell’Ats: sono “sciacalli” pronti al furto

Purtroppo anche nell’emergenza Coronavirus non mancano gli “sciacalli”. Da più parti ci segnalano truffe legate al virus: i soliti ignoti sfruttano la paura della gente per mettere in atto rapine e quant’altro. La Croce Rossa segnala che nessuna attività porta a porta, per tampone o altro, è attiva da parte dei propri operatori. Ciò a seguito di segnalazioni circa individui che, spacciandosi per sanitari, cercano di introdursi nelle abitazioni in maniera illegittima. Si raccomanda la massima prudenza e, nel caso di riceva una di queste visite, di contattare immediatamente le forze dell’ordine.

Un sindaco cremasco ci segnala, invece, finti addetti dell’Ats. I truffatori, mostrando tesserini di riconoscimento falsi, fingono di essere stati mandati per effettuare controlli e tamponi a domicilio. L’invito è a non cascarci e di sensibilizzare gli anziani a non aprire la porta o il cancello di casa.