CORONAVIRUS – Aggiornamento dopo l’incontro presso la Prefettura di Cremona

Comune di Crema
A seguito dell’aggiornamento presso la Prefettura di Cremona delle ore 12, il sindaco Stefania Bonaldi conferma “che a ora i casi registrati in provincia di Cremona restano due, relativi a cittadini di Pizzighettone e di Sesto ed Uniti, verosimilmente contagiati dal cluster di Codogno. Sono in corso in queste ore le azioni rivolte a identificare i contatti ‘stretti’ di questi due pazienti, per isolarli ed eseguire gli accertamenti sanitari e diagnostici necessari”.
La task force in Prefettura ha preso atto delle misure adottate dai sindaci della Area Omogenea Cremasca e analoghi provvedimenti sono in corso di adozione in territorio cremonese.
“Con il sindaco di Cremona – prosegue la Bonaldi – abbiamo chiesto disposizioni inerenti esercizi commerciali, mercati pubblici, cerimonie religiose, funzionamento delle scuole oltre martedì e servizi essenziali, ma al momento si attendono le indicazioni regionali previste per le ore 15. Peraltro Ats e Prefettura hanno fatto notare che le disposizioni limitative rivolte a tali attività nei 10 Comuni lodigiani isolati sono state assunte con Ordinanza del Ministero Salute, cioè da livelli superiori di governo”.
La task force in Prefettura è riaggiornata a tal scopo alle 15.30, per acquisire indicazioni da Regione ed eventualmente Ministero Salute. A Crema, poi, il punto con i sindaci cremaschi sarà alle ore 18.Nel frattempo saltano gli appuntamenti culturali e diocesani odierni o dei prossimi giorni, come la “Scuola of Economy” di S. Maria della Croce, che sarà solo in diretta Facebook, o l’Assemblea annuale dell’Avis prevista per le 18 in Sala Da Cemmo. Anch’essa rimandata. Vanno evitati tutti i ritrovi sociali e gli assemblamenti di persone a scopo prudenziale.